Delegazione di Santa Giustina in Colle a Roma presso Senato e Santa Sede

Image Delegazione di Santa Giustina in Colle a Roma presso Senato e Santa Sede

Il 3 e 4 maggio 2016 una delegazione del Comune di Santa Giustina in Colle si è recata in visita istituzionale a Roma. Informazioni e foto

Il 3 e 4 maggio 2016 una delegazione del Comune di Santa Giustina in Colle si è recata in visita istituzionale a Roma

Il 3 e 4 maggio 2016 una delegazione del Comune di Santa Giustina in Colle si è recata in visita istituzionale a Roma per portare testimonianza delle iniziative promosse nel corso dell’ultimo anno in occasione del settantesimo anniversario dell’eccidio nazista che ha colpito il paese il 27 aprile del 1945. Il gruppo, di più di 200 persone, era composto dagli studenti di prima superiore, da insegnanti della Scuola Secondaria di 1° grado ‘J.F. Kennedy’, genitori e rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, in particolare dal vicesindaco Gianluca Ruffato e dall’assessore all’istruzione Franca Mengato.
Martedì 3 maggio il gruppo è stato accolto alle ore 12.00 presso palazzo Madama, sede del Senato, dal Presidente del Senato Pietro Grasso. La visita è stata una preziosa occasione per raccontare la tragica pagina di storia che ha segnato la comunità di Santa Giustina in Colle ed illustrare le attività promosse per commemorare l’anniversario e onorare il ricordo delle vittime. Il vicesindaco Gianluca Ruffato ha in particolare illustrato il grande coinvolgimento delle scuole del territorio, che hanno aderito alle iniziative accogliendo ed esprimendo con grande partecipazione e passione quello che è il fine ultimo di questo impegno: il ricordo e la conservazione della memoria. Fondamentale è stato lo stimolo dato dagli insegnanti, rappresentati dalla vicepreside Prof.ssa Mimma Bumbaca e dal Preside Prof. Marcello Costa. Nel ricordare la grande responsabilità che gli insegnanti hanno nel formare i cittadini di domani e nel raccomandare al Presidente Grasso che lo Stato non venga mai meno nel sostenerli in questo compito essenziale, il vicesindaco ha toccato un tema che il comune di Santa Giustina in Colle sta portando avanti con decisione: la battaglia contro il gioco d’azzardo e il problema della ludopatia. Una battaglia che rischia di essere inutile se lo Stato non abbandona la sua posizione di ambiguità e non prende posizione contro un sistema che sta danneggiando migliaia e migliaia di famiglie e mette a rischio le generazioni future.
I tre ex studenti della scuola media ‘J. F. Kennedy’, Alessandra Bragagnolo, Michael Vecchiato e Alessandro Cherubin hanno potuto leggere al presidente i loro componimenti premiati al concorso di arti grafiche e letterarie ‘Come d’autunno sugli alberi le foglie…’ organizzato dall’amministrazione comunale nella primavera del 2015. Al concorso si era distinto in particolare il bassorilievo, dal titolo ‘Il ricordo rende liberi’, realizzato dai ragazzi di terza media sotto la supervisione del professor Romeo Sandrin. Al presidente Pietro Grasso è stata donata una serigrafia dell’opera, illustrata nel suo alto contenuto simbolico dal professor Sandrin. Nell’occasione, il professor Sandrin ha donato inoltre una scultura di terracotta patinata bronzo, a tutto tondo, da lui eseguita, dal titolo “Mare Nostrum”, che ricorda il naufragio di una imbarcazione libica usata per il trasporto di migranti avvenuto il 3 ottobre 2013 a poche miglia del porto di Lampedusa. L'affondamento ha provocato 366 morti accertati e circa 20 dispersi presunti, numeri che la pongono come una delle più gravi catastrofi marittime nel Mediterraneo dall'inizio del XXI secolo. Presente anche il regista Mauro Vittorio Quattrina che è intervenuto per presentare il lavoro di ricerca storica e di regia svolto nel realizzare il docufilm ‘La memoria di Giano’, dedicato alla strage di Santa Giustina in Colle, di cui è stata donata una copia al Presidente Pietro Grasso.

Mercoledì 4 maggio alle ore 10.00 la delegazione è stata accolta dal Santo Padre in udienza generale presso piazza San Pietro. E’ stata donata a Papa Francesco una copia dell’opera ‘Il ricordo rende liberi’, realizzata per l’occasione da Romeo Sandrin. Tale opera riproduce in formato ridotto il bassorilievo realizzato nel 2015 e attualmente esposto presso la scuola media ‘J.F.Kennedy’. Al santo Padre sono state inoltre consegnate copie delle poesie vincitrici, una copia del docufilm ‘La memoria di Giano’ e una delle magliette che tutti i ragazzi hanno indossato per l’occasione con un’immagine del Santo Padre e una affettuosa scritta “Papa Francesco uno di noi”.
Per gli studenti sono stati due giorni carichi di emozioni e di esperienze positive, di cui come Amministrazione Comunale ci auguriamo facciamo tesoro e conservino tra i loro ricordi più belli, traendone ispirazione per crescere con responsabilità e diventare i cittadini di domani.