Legalizzazione di fotografie

La legalizzazione della fotografia (comunemente definita autenticazione) consiste nell’applicazione della foto su di uno stampato e a questo legata da un timbro, completato con i dati anagrafici della persona. La legalizzazione della fotografia è prevista per il rilascio da parte di pubbliche amministrazioni di documenti personali quali: passaporto, patente, porto d’armi, licenza di caccia e pesca, tesserino di riconoscimento per i minori di anni 15.
E’ esclusa la legalizzazione di foto da allegare ad atti privati. Possono essere legalizzate solo le foto dirette a Pubbliche Amministrazioni.
Per ottenere la legalizzazione di foto occorre che si presenti la persona interessata.
Non è necessario né essere italiani né essere residenti.

Documentazione

una fotografia recente e riconoscibile

un documento di riconoscimento valido.

per i cittadini stranieri è necessaria l'esibizione del permesso di soggiorno. Se il permesso di soggiorno è scaduto è necessario presentarlo insieme alla ricevuta di rinnovo. Senza questi documenti non si può ottenere quanto richiesto (legge 15/7/2009 n. 94).


Minorenni
I minorenni che non hanno la carta d'identità devono presentarsi con una fototessera e accompagnati da un genitore che abbia un documento valido.

Costo
Euro 0,26.
Normativa
D.P.R. 28.12.2000 n. 445 art. 34.